Responsabile: Prof. Giulio Magli  -  Delegato per i rapporti con la scuola: Prof. Marco Bramanti
Home / formazione / Seminari FDS

Seminari FDS

I seminari FDS, nati nel 2008, si svolgono ogni anno da Ottobre a Marzo, il mercoledì pomeriggio alle 15:00. La serie propone conferenze tenute da docenti del Politecnico o da docenti esterni appositamente invitati (italiani e stranieri) e anche, tradizionalmente, una o più conferenze dedicate alla divulgazione scientifica e tenute da noti divulgatori.

I seminari sono liberi e aperti a tutti, in particolare a colleghi del Politecnico, a docenti di scuola secondaria di I e II grado e a studenti della scuola secondaria di II grado.
 
Per motivi logistici è richiesta una iscrizione tramite il seguente form online
 

Il calendario A.A. 2019/20:

Tutti i seminari si terranno in Sala Consiglio, 7° Piano del Dipartimento di Matematica, Ingresso via Ponzio 31/P


Mercoledì 16 ottobre, ore 15:30

Paolo Finotelli, Politecnico di Milano

L’interazione fra neuroscienze e matematica: analisi della connettività cerebrale utilizzando i grafi.

Abstract. L'intento di questo seminario è mostrare come l'interazione fra le neuroscienze e la matematica sia in continua crescita e sia destinata a costituire la base della medicina moderna. In particolare, verranno introdotti i fondamenti della connettività cerebrale e della teoria delle reti complesse, di cui la teoria dei grafi costituisce l’impalcatura matematica. Come caso particolare verrà presentato un recente modello per la determinazione della connettività cerebrale basato sulla teoria dei grafi.


Mercoledì 30 ottobre, ore 15:00
Giulia Bini, Università degli Studi di Torino

Maths goes social: usare i meme per fare matematica in classe

Abstract. Questo seminario vuole condividere i primi risultati di un lavoro di ricerca sui significati e i possibili usi didattici dei meme matematici. I meme sono oggetti digitali – tipicamente di natura umoristica – creati dagli utenti e condivisi in modo virale nel web: essi vengono dal pianeta social, ma recenti ricerche mostrano che possano dare un contributo alla didattica della matematica, facendo leva su ciò che gli studenti conoscono. Nel seminario sarà prima proposto un costrutto teorico per identificare gli elementi che compongono il sistema di significati veicolati da un meme e verranno condivisi esempi ed esperienze didattiche.


Mercoledì 13 novembre, ore 15:00
Anna Salvadori e Primo Brandi, Università di Perugia:

La retromarcia in Matematica: invertire formule, funzioni, operatori.

Abstract. Scopo dell’intervento è presentare il percorso didattico innovativo, in continuità fra vari ordini scolastici, sul tema dell’invertibilità.  Partendo dalle formule inverse delle funzioni elementari, l’argomento sottende la soluzione delle equazioni elementari ed è la chiave per affrontare i modelli differenziali.

Il tema sarà trattato in interazione dinamica fra Realtà e Matematica.

Nota: questo seminario sarà una lezione-laboratorio e avrà durata un’ora e mezzo.


Mercoledì 20 novembre, ore 15:00
Marco Pedroni, Università di Bergamo:

Geometrie non Euclidee e Teorie Fisiche.

Abstract. Dopo aver introdotto il concetto di geodetica su una superficie e aver brevemente discusso le geometrie non euclidee, si passerà a una descrizione della relatività (ristretta e generale). Lo scopo è quello di mostrare che in relatività generale avviene una fusione tra geometria e fisica: lo spazio non si può più concepire come un palcoscenico immutabile nel quale vengono poi introdotti i corpi, come nelle teorie classiche. In conclusione, se il tempo lo permetterà, si accennerà all'osservazione delle onde gravitazionali.


Mercoledì 27 novembre, ore 15:00
Giuseppe Conti, Università di Firenze:

Un viaggio nel mondo dei poliedri

Abstract. In questo seminario intendo esporre un argomento molto importante della geometria dello spazio, anche se, talvolta, questo viene trascurato, o presentato superficialmente, nei programmi della scuola superiore: i poliedri. Dopo avere introdotto la loro definizione e le loro principali proprietà, sarà mostrata la loro presenza nella natura, nella vita quotidiana e nell’arte, partendo dall’antica Grecia fino ad arrivare ai nostri giorni. Anzitutto saranno trattati i poliedri regolari; successivamente sarà introdotta l’importante famiglia, soprattutto nelle applicazioni, dei poliedri archimedei. Infine, saranno presentati gli interessanti poliedri di Goldberg.


Mercoledì 4 dicembre, ore 15:00
Alice Lemmo, Università degli studi dell’Aquila:

Come utilizzare le prove invalsi nella pratica d’aula

Abstract. L’obiettivo del seminario è riflettere su come, a partire dai dati restituiti dal Servizio Nazionale di Valutazione, si possano intraprendere azioni di consolidamento e miglioramento all’interno dalla propria classe, e non concentrarsi su cosa fare per preparare le prove INVALSI. Questo viene realizzato esplicitando il legame delle domande con le Indicazioni Nazionali e con le prassi didattiche, e utilizzando gli opportuni costrutti della didattica. Particolare rilievo verrà dato al fatto che gli obiettivi di apprendimento alla base delle pratiche d'aula sono fissati dalle Indicazioni Nazionali e non dalle prove che invece forniscono informazioni su come questi obiettivi sono raggiunti.

 

5° Ciclo - Seminari FDS
Seminari svolti
  • ott 17 mer 2012

    Giulio Magli (Politecnico di Milano)
    5° ciclo di seminari FDS
    Archeoastronomia: la scienza delle stelle e delle pietre

    Mercoledì 17 ottobre 2012 ore 15:00Aula De Donato (S01) - Piazza Leonardo Da Vinci, 32 - Milano
    Abstract:

    L'Archeoastronomia studia gli allineamenti astronomici presenti nel progetto degli antichi monumenti, e quindi il rapporto che i loro costruttori avevano con il cielo e le stelle. Si tratta di una scienza giovane che opera con moderni strumenti di rilievo e analisi dati, ma in stretta connessione con l'archeologia. Se usata con le dovute cautele, può fornire nuove, affascinanti informazioni su tanti enigmatici monumenti del passato, quali ad esempio Machu Picchu o le grandi piramidi di Giza.

  • nov 14 mer 2012

    Vincenzo Della Mea (Dept. of Mathematics and Computer Science University of Udine, Italy)
    L'infanzia di Gödel e altri algoritmi
    Mercoledì 14 novembre 2012 ore 00:00Educafè - Campus Leonardo - Piazza Leonardo da Vinci 32
    Abstract:

    Computer, reti, programmazione, i loro fondamenti teorici, Gödel, Turing, Chomsky: temi e personaggi che, in versi, diventano scuse per parlare di ciò che di solito si trova nella poesia. E la poesia diventa una scusa per parlare di come è nata e di come funziona l'informatica.

  • dic 5 mer 2012

    Giulio Ballio (Politecnico di Milano)
    INGEGNERI - ARCHITETTI - COSTRUTTORI
    Mercoledì 5 dicembre 2012 ore 15:00Aula Consiglio del Dipartimento di Matematica, edificio Nave - via Bonardi 9
    Abstract:

    Una testimonianza sull'applicazione dei requisiti dettati da Vitruvio di "bellezza, solidità, e utilità” nelle costruzioni italiane, sull'evoluzione delle figure di Architetto, Ingegnere e Costruttore nel trascorrere degli ultimi 150 anni, sulla unitarietà di competenze e di saperi che ha permesso al nostro paese di produrre Artisti del costruire ancora oggi ammirati e ricercati nel mondo.

  • gen 16 mer 2013

    Armando Brandolese (Politecnico di Milano)
    La Modellistica Matematica a Supporto della Gestione d Impresa
    Mercoledì 16 gennaio 2013 ore 15:00Dipartimento di Matematica Aula Consiglio VII piano, edificio 14 Nave, via Bonardi, 9
    Abstract:

    La gestione di impresa è poco accreditata dal punto di vista quantitativo, ed è considerata sovente un'area ove prevalgono l'esperienza, il buon senso, le relazioni interpersonali, la capacità di lavorare in team. Anche se questi aspetti sono ovviamente importanti, non va dimenticato che ormai da più di sessant'anni - e sempre di più - a supporto delle analisi e delle scelte che occorre compiere nell'ambito della gestione la matematica offre importanti modelli quantitativi, dalla ricerca operativa alla statistica, dai modelli finanziari alle analisi econometriche. Nel corso del seminario verranno forniti alcuni semplici esempi tratti soprattutto dalla gestione della produzione e della logistica.

  • feb 6 mer 2013

    Umberto Bottazzini (Università degli Studi di Milano)
    La nascita del Calcolo Infinitesimale
    Mercoledì 6 febbraio 2013 ore 15:00Aula Consiglio del Dipartimento di Matematica, edificio Nave - via Bonardi 9
    Abstract:

    G. G. Leibniz - da Nova Methodus
    I. Newton - da Principia
    Come determinare i massimi o i minimi di una curva piana? Come determinarne la tangente in un punto? Qual è la generalità dei metodi di volta in volta proposti? Sono i nuovi problemi con cui si cimentano i matematici del Seicento. Da Fermat e Cartesio a Pascal e Huygens, sono molti gli attori della storia culminata, con Leibniz e Newton, nella creazione del calcolo infinitesimale. Pur nella diversità di motivazioni, metodi e strategie di comunicazione, e nonostante le polemiche sulla priorità dell’invenzione, il calcolo differenziale di Leibniz e i metodi - delle serie infinite, delle fluenti e flussioni, delle prime e ultime ragioni via via elaborati da Newton, hanno rappresentano la nascita dell’analisi matematica e, di fatto, della matematica moderna.

  • mar 6 mer 2013

    Lucia Toniolo (Politecnico di Milano)
    Osservare un'opera d'arte da vicino: indagine tra materiali e molecole
    Mercoledì 6 marzo 2013 ore 15:00Aula Consiglio del Dipartimento di Matematica, edificio 14 Nave, via Bonardi 9.
    Abstract:


    L’applicazione dei metodi scientifici alla conoscenza e conservazione di manufatti di interesse artistico, non è nuova; da alcuni decenni a fianco di conservatori, storici dell’arte, architetti e restauratori lavorano chimici e fisici capaci di indagare la materia costituente un’opera d’arte, di definire lo stato di conservazione e di suggerire metodi innovativi per il restauro. Negli ultimi anni tuttavia i metodi analitici utilizzati si sono trasformati rapidamente da invasivi a micro- e non-invasivi, da metodi tradizionali di laboratorio a indagini da effettuare in situ direttamente sull’opera. Il seminario fa luce sui concetti base della diagnostica per le opere d’arte, attraverso il racconto di alcuni casi studio significativi a cui hanno lavorato ricercatori del Politecnico.

Anna Maria Paganoni e Marco Bramanti