Formazione, Divulgazione, Sperimentazione, Beni culturali, Multimedia, Libri, MOOC

Responsabile: Prof.ssa Anna Paganoni  -  Delegato per i rapporti con la scuola: Prof. Marco Bramanti

Formazione

Divulgazione

Sperimentazione

Beni culturali

Multimedia

Libri

MOOC

Home / divulgazione / Seminari FDS 2016/17 / 2011/12
a cura di Luisa Rossi Costa

4° Ciclo di Seminari FDS

Seminari svolti a.a. 2011/2012

4° ciclo dei  Seminari di FDS :

Il primo incontro si è svolto nella Giornata Mondiale delle STATISTICA, istituita il 20 Ottobre 2010. E' stato tenuta da Anna Maria Paganoni, professore di Statistica al Politecnico

Anna Maria Paganoni -   Statistica & Salute

Sala Consiglio VII piano Nave - 20 ottobre 2011- Ore 15

Abstract: Attualmente è in sempre maggiore crescita l'utilizzo della modellizzazione statistica per analizzare dati ad alta complessità con lo scopo di comprendere,  spiegare e prevedere la realtà.In questo seminario verranno esposti alcuni esempi di tale uso,legati a progetti in collaborazione con la Direzione Sanità di Regione Lombardia e la Centrale Operativa del 118.

 Il secondo incontro -  mercoledì 9 novembre - è stato tenuto   da Renato Betti, Professore di Geometria al Politecnico

Renato Betti -  Dalle quantità alle strutture

Sala Consiglio VII piano Nave - 9 novembre 2011 - Ore 15

Abstract: Una ricostruzione concettuale degli sviluppi che hanno condotto all'idea di Galois
sulla risolubilità per radicali delle equazioni algebriche.

 

Terzo incontro,  tenuto da Emanuela Colombo del Dipartimento di Energia del Politecnico:

Emanuela Colombo  - Energia, Ambiente e Sviluppo - La sfida energetica del Terzo Millennio

30 novembre 2011 - ore 15.00 - Aula Rogers - Via Ampère,2

Abstract: Nel Terzo Millennio l'energia non é  una questione solo tecnica: la sfida e il fascino del settore sono legati, infatti, anche alle implicazioni che questo genera sull'ambiente e sulla società.
Il  fabbisogno mondiale di energia è in crescita, la distribuzione mondiale non è uniforme relativamente al  fabbisogno procapite, le previsioni future confermano una tendenza in continua crescita. Il depauperamento delle fonti fossili, la sicurezza degli approvvigionamenti e le preoccupazioni ambientali crescenti aiutano a comprendere la rilevanza del tema.
Inoltre oggi è sempre più evidente che la mancanza di accesso all’energia per vaste fasce della popolazione mondiale non favorisce lo sviluppo, frena la lotta alla povertà, impedisce di perseguire efficacemente gli Obiettivi del Millennio.
Quali le soluzioni? Nel mondo di coloro che si occupano di energia esiste sempre più accordo su una valutazione moderata: si ammette che un'unica soluzione al problema non possa esistere. Occorre prendere il meglio da ognuna senza trascurare mai, nell'insieme, la riduzione dei costi, il controllo dell'impatto ambientale locale o globale e la sicurezza.
Il lungo cammino verso una migliore e più equa gestione delle politiche energetiche  rappresenta una sfida per la scienza e la tecnologia e una prova importante per l'intelletto dell'uomo e la sua coscienza sociale e politica.

 

Quarto incontro, tenuto  da Monica Sperandio  dell'Istituto Nazionale di AstroFisica , INAF  Brera-Merate 

Monica Sperandio  - Trottole galattiche Galassie storia e storie, dinamica, abitudini sociali e altro ancora

Sala Consiglio VII piano Nave - 18 gennaio 2012 - Ore 15



Abstract: Galassie nella storia dell'astronomia: dibattiti e controversie sulla loro natura.
Diversificazione chimico fisica, classificazione di Hubble. Presentazione e confronto morfologico in diverse lunghezze d'onda con attenzione ai diversi fenomeni di emissione di radiazione.
Brevi cenni di spettroscopia e riduzione dati  per pervenire ad un'analisi dinamica delle galassie e  indagine sugli effetti dei diversi ambienti di appartenenza.

 

Il quinto incontro   tenuto  mercoledì 8 febbraio 2012, da Enrico Davide Bona, professore di Progettazione Architettonica alla Facoltà di Architettura dell'Università di Genova, ha registrato una presenza di almeno 130 persone, soprattutto studenti e docenti delle scuole superiori.

Aula B55  al V° piano Edificio Nave - Ore 15

Enrico D.Bona   - Architettura e Design: geometrie intuitive da realizzare con semplici mezzi

 Abstract:

I “semplici mezzi” sono  tubi di cartone, materiali riciclati o banali oggetti che diventano componenti: assemblati con graffette, scotch, colle, spaghi annodati. Aiutano ad osservare, leggere e capire; a progettare. Ogni modello ha da dire qualcosa, può verificare anche la resistenza ai carichi.

I temi sono i più disparati: dalla linea continua secondo i principi della topologia alla teoria dei nodi; dalle strutture geodetiche all’estensione del modello tensegrity di Füller; dalle strutture tridimensionali alle superfici continue ed altro.
 

Il sesto incontro   ha concluso il 4° ciclo.

Alessandra Angelini   - Le Lettere Capitali Romane nel Rinascimento - Un esempio di Armonia e Misura

Sala Consiglio VII piano Nave - 7 marzo 2012 - Ore 15

ABSTRACT: Nel quindicesimo secolo artisti, architetti, matematici facendo riferimento alle teorie contenute negli antichi testi latini e greci giunsero alla creazione di una nuova estetica basata essenzialmente sui principi della misura intesa come armonia delle parti.

Grazie a loro nascono  opere di  carattere profondamente innovativo dove il senso del bello si coniuga in maniera perfetta con la progettazione scientifica. 

Ne sono un esempio i disegni delle Capitalia, ovvero lettere dell'alfabeto romano maiuscolo,  piccole e perfette architetture grafiche, destinate a diversi usi di lettura, derivate dalla cultura classica e riscoperte da di insigni maestri e studiosi quali  Leon Battista Alberti, Feliciano Feliciani, Luca Pacioli, Albrecht Dürer, Geoffroy Tory, per citarne alcuni.

E' anche grazie agli studi condotti attorno a questi alfabeti e alle loro nuove interpretazioni, che si giungerà  allo sviluppo della Tipografia e delle sue regole basate sulla sintesi tra estetica e esigenze funzionali.

Una comparazione tra alcune lettere dell'alfabeto romano contenute nel Divina Proportione di Luca Pacioli (Venezia 1509), e l'alfabeto di Geoffroy Tory  pubblicato nello Champ Fleury (Parigi 1529), ci consentiranno di visualizzare la varietà di aspetti scaturiti da differenti criteri proporzionali, a dimostrazione dello stretto e continuo rapporto che intercorre tra misura e bellezza.